Home

La terza dei poeti sloveni che hanno preso parte al laboratorio di traduzione poetica Casa a Lubiana / Hiša v Ljubljani è la giovane Kaja Teržan. / Tretja med slovenskimi pesniki, ki so se udeležili pesniško-prevajalske delavnice Casa a Lubiana / Hiša v Ljubljani je mlada Kaja Teržan.

Il laboratorio si è svolto alla galleria del Hostel Celica di Lubiana il 14 maggio scorso e ne abbiamo scritto qui, qui, qui e qui. Chi è Kaja Teržan, lo potrete leggere nella “Camera degli ospiti”. / Delavnica je potekala v galeriji ljubljanskega Hostla Celica in smo o njej pisali tu, tu, tu in tu. Kdo je Kaja Teržan, pa si lahko preberete v “Sobi za goste”.

KT8

Le traduzioni sono nate insieme al poeta italiano Francesco Tomada

KT6

Pri prevodih je pomagal italijanski pesnik Francesco Tomada.

 

Dnevi so kratki,

želje pa dolge, napete koprene

med razobešenimi palicami pod stropom

nizko nad glavami.

Najtežje je biti iskren do svojih sovražnikov;

lahko ti namreč postanejo naklonjeni.

Kdo bi to hotel; v deželi vojn

je ravnovesje enako pomembno.

In vsakič, ko rečeš NE, se v mojih pljučih

zmanjša pretok kisika in na kup zbiram

zaveznike iz sosednjih organov, da bi

kakor samurajke, za čast, ne slavo,

postali zadnja vojska

pred popolnim uničenjem.

Potem pa spet tisti nasmeh, ki ga

pošiljaš pred sabo, na sredo bojišča,

namesto palic, kopja, meča, pušk.

In boli bolj in smeši bolj in vidim te

golega. Samo človek, brez spola,

celo brez telesa, ki bi ga zeblo. Pametno

si ga spravil, balzamiral vnaprej, da ne bi

kdo česa pozabil ali se zmotil pri zaporedju.

Izdolben format življenja; prepojen s soljo,

smolo, začimbami … kdo bi še hotel

večno živeti, ko pa lahko toliko poveš

z dramatičnim koncem in ko vsi vemo,

da ta ne obstaja in da ni niti tebe niti mene,

ko se tisoč vetrov vrtinči v spiralo in opravi

s hišami in poslopji vseh vrst in se v prazni

pokrajini napolni kotanja z deževnico za nekaj

novega …

 

 

I giorni sono brevi,

e i desideri lunghi veli e tesi

fra i bastoni appesi sotto il soffitto

subito sopra la testa.

Ė difficile essere sinceri con i propri nemici;

potrebbero infatti  farsi benevoli verso di te.

Chi lo vorrebbe? Nel paese delle guerre

l’equilibrio è altrettanto importante.

E ogni volta che dici di NO, nei miei polmoni

il flusso di ossigeno diminuisce e raccolgo

alleati dagli organi vicini, in modo che

come donne samurai, per onore non per gloria,

diventino l’ultima armata

prima della completa distruzione.

E poi di nuovo quel sorriso

che spingi davanti a te, in mezzo al campo di battaglia

al posto di bastoni, lance, spade, fucili.

E fa più male e rende ridicoli e ti vedo

nudo. Solo una persona, senza sesso,

persino senza un corpo che senta freddo. Saggiamente

lo hai riposto, lo hai imbalsamato prima che

qualcuno dimenticasse qualcosa o si sbagliasse a ordinare.

La forma svuotata della vita; impregnata di sale,

resina, spezie… chi vorrebbe ancora

vivere per sempre, se si puó dire così tanto

con un finale drammatico e se tutti sappiamo

che questo non esiste e non ci sono nè un io nè un tu,

quando mille venti soffiano a spirale e la fanno finita

con case ed edifici di ogni tipo e quando nel paesaggio

vuoto la buca si riempie di acqua piovana per qualche cosa

di nuovo…

 KT2

 

DELTA

Na preprogi vonj

po mokrem pesku

in upanje očeta.

Izbira je tvoja, reče.

Na konec sveta

ne moreš sam,

lahko pa na poti

sam umreš.

Saj! spomnim se ženske,

ki je tako umrla.

Obstaja školjka iz reke,

ki vsebuje ta moment.

In morje.

 

 

DELTA

Sul tappeto odore

di sabbia umida

e la speranza di un padre.

La scelta è tua, dice.

Fino alla fine del mondo

non puoi andare da solo,

ma lungo la strada

puoi morire da solo.

Vero! Ricordo una donna

che è morta così.

Esiste una conchiglia nel fiume

che trattiene quell’attimo.

E il mare.

 

KT0

Annunci

One thought on “Kaja Teržan

  1. Pingback: Utrinki / Ricordini | La casa di carta - Papirnata hiša

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...