Home

Ecco a voi due poesie tradotte di Tone Škrjanec, il secondo poeta sloveno che ha partecipato al laboratorio Casa a Lubiana / Hiša v Ljubljani del quale abbiamo scritto  qui, quiqui. / Vabimo k branju dveh prevedenih pesmi Toneta Škrjanca, drugega slovenske pesnika, ki se je udeležil  delavnice Casa a Lubiana / Hiša v Ljubljani, o kateri smo pisali že tu, tu in tu. 

 

DSCF2666

Tone Škrjanec e/in Peter Semolič durante la traduzione / med prevajanjem

 

Nebo je šotor

 

noči ni. noč delamo. naredimo jo. zvezde so,

čeprav občasno in v glavnem nevidne.

verjetno je nekje nebo in zvezde so njegova podlaga. monika je.

ima oči in z njimi riše Portoriko po beli po beli beli podlagi.

spomnim se portoričanov, majhni in zoprni,

nože nosijo in bele nogavice.

nebo je navadno toplo in rože so plave, lahko tudi smrdljive in se

odmikajo od samih sebe. samega sebe ni. sam sebe zapre v škatlo

in se gre avtodestrukcijo.

žile so zato, da te namakajo. krvi so navadno rdeče kot kremplji.

brez njih si nemočen. močen pa si ali nisi.

prosim koliko je ura, koliko časa je še, in ali sploh je čas?

imam nekaj kupov knjig, da si z njimi podlagam glavo in slabo vest.

Monika ima jogurt v lončku na katerem piše da je kefir,

torej ni jogurt. jaz utrujen in razmišljam o nekih globalnih problemih.

če imaš nož nimaš oči. oči so vedno in povsod blaga oblika svetlobe.

noč je izredno ogromna in črna.

blebetati o zvezdah je izredno sentimentalno

in neodgovorno. nebo je šotor. luči ni. ne se me dotikat

 

Il cielo è una tenda

 

la notte non c’è. la notte la facciamo noi. la creiamo. le stelle ci sono

anche se saltuariamente e per lo più invisibili.

probabilmente c’è il cielo da qualche parte e le stelle sono la sua base. monika c’è.

ha gli occhi e con essi disegna Porto Rico su una superficie bianca, superficie bianca bianca.

mi ricordo i portoricani, piccoli e fastidiosi,

portano con sé coltelli e calzini bianchi.

di solito il cielo è caldo e i fiori sono azzurri, possono essere anche puzzolenti e si

allontanano da loro stessi. sé stesso non c’è. sé stesso chiude sé stesso in una scatola

e gioca all’autodistruzione.

le vene ci sono per bagnarti. i sangui di solito sono rossi come artigli.

senza di loro sei impotente. e forte lo sei o non lo sei.

per favore che ore sono, quanto tempo manca, e c’è ancora del tempo?

ho qualche mucchio di libri da mettere sotto la testa e sotto la mia brutta coscienza.

Monika ha lo yogurt in vasetto sul quale c’è scritto che è chefir,

allora non è yogurt. io stanco, pensando a certi problemi globali.

se hai un coltello non hai occhi. gli occhi sono sempre e dappertutto una mite forma di luce.

la notte è eccezionalmente enorme e nera.

farneticare sulle stelle è eccezionalmente sentimentale

e irresponsabile. il cielo è una tenda. la luce non cè. non mi toccare

DSCF2725

Con Luisa Gastaldo prima della serata letteraria / Z Luiso Gastaldo pred literarnim večerom

 

Kupi mehko majico

 

Ne išči jelenov ob avtocesti.

Hitimo, ne pozabi na lepoto.

Glej kaplje dežja, ki se svaljkajo

po vetrobranskem steklu.

Poslušaj tišino, če jo najdeš

kje skrito med oblaki. Položi

roko narahlo na žamet. Ne

pozabi na lepoto, ko hitiš.

Hitrost je napaka, ki se dogaja.

Počasi se sprehodi po koži

in na njej s prstom nariši neskončnost.

Poljubi popek. Naredi še kaj

telesnega. Dotakni se glasbe.

Reci, naredi muziko, da se je

dotaknem s celim telesom.

Zavrni postopke uničevanja.

Kupi mehko majico. Naj bo to

tvoja nova domovina.

 

Compra una maglietta morbida

 

Non cercare cervi lungo l’autostrada.

Corriamo, non dimenticare la bellezza.

Guarda le gocce di pioggia che rotolano

sul parabrezza.

Ascolta il silenzio se lo trovi

nascosto da qualche parte tra le nuvole. Poggia

lievemente la mano sul velluto. Non

dimenticare la bellezza mentre corri.

La velocità è uno sbaglio che succede.

Incamminati lentamente sulla pelle

e disegnaci con un dito l’eternità.

Bacia l’ombelico. Fa’ ancora qualcosa

di corporeo. Tocca la musica.

Di’, fa’ la musica perché io la

tocchi con l’intero corpo.

Rifiuta i procedimenti di distruzione.

Compra una maglietta morbida. Che ciò sia

la tua nuova patria.

 

DSCF2729

Con Luisa durante la lettura pubblica / Z Luiso med nastopom

 

Annunci

One thought on “Tone Škrjanec

  1. Pingback: Utrinki / Ricordini | La casa di carta - Papirnata hiša

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...