Home

Esce in traduzione italiana di Veronika Brecelj il romanzo Stanotte l’ho vista di Drago Jančar. / V italijanskem prevodu Veronike Brecelj je izšel Jančarjev roman To noč sem jo videl.

Stanotte - naslovnica IT2Mentre quasi un titolo su dieci pubblicato oggi in Italia trova la sua traduzione all’estero (secondo i dati appena presentati dall’Ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE) di una ricerca per conto dell’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e presentata a Più libri più liberi, la Fiera nazionale della piccola e media editoria del 2015 a Roma), la Slovenia si rallegra di ogni singolo lancio fuori dai suoi confini.

Adesso ancora di piú: dopo le traduzioni in tedesco, francese, russo, polacco, bulgaro, rumeno, serbo, croato e macedone nonché di quattro ristampe in sloveno, dopo aver ottenuto il Kresnik per il miglior romanzo sloveno dell’anno 2010 e il Premio del miglior libro straniero 2014 in Francia, lo straziante romanzo di Drago Jančar Stanotte l’ho vista esce anche in italiano presso Comunicarte Edizioni.

La pubblicazione italiana – dopo la presentazione a Trieste in presenza dell’autore, della traduttrice, di Mauro Rossi e di Alessandro Mezzena Lona, che ne scrive anche sul Piccolo di cui è responsabile delle pagine culturali[1] – sta sucitando già reazioni entusiaste: lo scrittore e giornalista Giampiero Mughini definisce il capolavoro di Jančar «un racconto ricco e complesso», a leggerlo è «rimasto senza fiato». E aggiunge: «Vi supplico: correte a comprarlo.»[2]

L’opera narra le vicende di Veronika Zarnik, giovane e affascinante donna, un po’ stravagante (come animale domestico aveva un coccodrillo), amante della vita, proveniente dalla ricca borghesia di Lubiana. Il suo tragico destino, finito nel 1945, viene raccontato da cinque protagonisti: un suo ex-amante, soldato del regio esercito jugoslavo, prigioniero a Palmanova; sua madre persa nelle memorie; un medico dell’esercito nazista; la governante del castello di Strmol dove vivevano i coniugi Zarnik; un partigiano, che dà avvio al corso degli eventi, interpretandoli a modo suo. Il racconto si ispira alla vicenda vera di Ksenija Hribar e di suo marito Rado, prelevati dai partigiani jugoslavi nel gennaio del 1944 dal loro castello e uccisi in un bosco vicino. Solo qualche mese fa i resti mortali dei due, identificati quest’anno, sono stati seppelliti con delle onoranze funebri.

L’incipit in italiano è disponibile anche su internet[3].

Altre opere di Jančar in italiano: L’allievo di Joyce (racconti, Ibiskos-Ztt Est, 2006, traduzione di Veronika Brecelj), Il ronzio (romanzo, Forum Editrice Universitaria Udinese, 2007, traduzione di Roberto Dapit e Martin Vidali) e Aurora boreale (romanzo, Bompiani, 2008, traduzione di Darja Betocchi).


Stanotte - naslovnica SLOMedtem ko je danes desetina vseh izdanih italijanskih knjig prevedena v tuje jezike (tako kažejo najnovejši podatki Združenja italijanskih založnikov (AIE) v raziskavi Agencije za promocijo v tujini in internacionalizacijo italijanskih podjetij (ICE), ki so jih te dni predstavili na rimskem sejmu malega in srednjega založništva Più libri più liberi), se pri nas razveselimo že enega samega prodora v inozemstvo.

Zdaj imamo za veselje razlog več: po prevodu v nemščino, francoščino, ruščino, poljščino, bolgarščino, romunščino, srbščino, hrvaščino in makedonščino, če ne omenjamo štirih slovenskih ponatisov, nagrade kresnik za najboljši slovenski roman leta 2010 in prestižne francoske nagrade za najboljšo tujo knjigo leta 2014, je Jančarjev roman To noč sem jo videl izšel tudi v italijanščini, in sicer kot Stanotte l’ho vista pri Comunicarte Edizioni.

Italijanska izdaja – po tržaški predstavitvi v navzočnosti avtorja, prevajalke, Maura Rossija in Alessandra Mezzene Lone, ki je o njem pisal tudi v dnevniku Il Piccolo, kjer je urednik kulturne strani,[1] – že zbuja navdušene odzive: pisatelj in novinar Giampiero Mughini je Jančarjev roman označil za »bogato in kompleksno pripoved«, ob branju katere mu je »vzelo sapo«. Tako zelo, da je italijanske bralce nagovarja z besedami: »Rotim vas, pohitite si ga kupit!«[2]

Slovenski bralci že vedo, da je zgodba literarizirana usoda Ksenije Hribar, ki so jo dostojno pokopali šele letos, italijanski pa si lahko začetek romana za pokušnjo preberejo na internetu[3].

Med ostalimi Jančarjevimi prevodi v italijanščino omenimo še: L’allievo di Joyce (Joycev učenec, Ibiskos-Ztt Est, 2006, prevedla Veronika Brecelj), Il ronzio (Zvenenje v glavi, Forum Editrice Universitaria Udinese, 2007, prevedla Roberto Dapit in Martin Vidali) in Aurora boreale (Severni sij, Bompiani, 2008, prevedla Darja Betocchi).

JančarDrago Jančar (foto: Wikipedia)

[1] http://ilpiccolo.gelocal.it/tempo-libero/2015/11/17/news/tante-verita-sulla-morte-di-veronika-chiuse-da-jan-ar-dentro-un-romanzo-1.12465292?ref=search

[2] http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/versione-mughini-vi-supplico-leggere-stanotte-ho-vista-114441.htm

[3] http://ilpiccolo.gelocal.it/tempo-libero/2015/11/17/news/lei-mi-e-apparsa-come-sempre-quando-non-posso-prendere-sonno-1.12465087?ref=search

 

Foto “in copertina / Naslovna fotografija: Ksenija Hribar (Archivio del Castello di Strmol / Arhiv Gradu Strmol)

Annunci

2 thoughts on “Stanotte l’ho vista / To noč sem jo videl

  1. Pingback: Prevodi 2015 / Traduzioni 2015 | La casa di carta - Papirnata hiša

  2. Pingback: Elisabetta e il suo equipaggio /Elisabetta s posadko | La casa di carta - Papirnata hiša

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...