Home

Dvajset pesmi Marka Matičetovega v prevodu Andreasa Schmidta / Venti poesie di Marko Matičetov nella traduzione di Andreas Schmidt

*

Samo ko zaprem oči, sem lahko brez misli.

Takoj ko jih odprem, je vse,

kar gledam, paša za moje misli.

Moje majhne misli, a vendar misli.

Gledam v steno in mislim na steno.

Gledam v okno in mislim na okno.

O, da ne bi vedel,

da je stena stena in okno okno,

kako bi bil svoboden!

Gledal bi v steno in mislil na belino.

Gledal bi v okno in mislil na modrino.

 

*

Solo quando chiudo gli occhi, posso essere senza pensieri.

Nell’attimo in cui li apro, tutto quello che guardo

è un piacere per i miei pensieri.

I miei piccoli pensieri, ma pur sempre pensieri.

Guardo il muro e penso al muro.

Guardo la finestra e penso alla finestra.

Oh, se non sapessi

che il muro è muro e la finestra è finestra,

come sarei libero!

Guarderei il muro e penserei a qualcosa di bianco.

Guarderei la finestra e penserei a qualcosa di blu.


*

Da bi imenoval, kar ne moreš imenovati.

Da bi rekel nebu še kako drugače kot nebo,

in oblakom še kako drugače kot oblaki.

Ker svojega videnja neba

ne moreš izreči z eno samo besedo nebo,

in ne videnja oblakov z eno samo besedo oblaki.

Da bi imel nebo in oblake besed

za nebo in oblake.

A imaš samo eno besedo,

ki ti je bila položena v usta,

še preden si spregovoril.

 

*

Se dessi un nome a quello che non si può nominare.

Se dicessi cielo altrimenti che con la parola cielo,

e nuvole altrimenti che con la parola nuvole.

Perché non si può esprimere la propria visione del cielo

con la sola parola cielo,

né la visione delle nuvole con la sola parola nuvole.

Se avessi cielo e nuvole di parole

per il cielo e le nuvole.

Però hai una sola parola,

che ti è stata messa in bocca

ancor prima di aver detto la tua prima parola.


*

Sonce tu zaide, ko tam vzide.

Sonce tam zaide, ko tu vzide.

Če sonce tu in tam zaide,

ko tam in tu vzide,

sonce nikoli ne zaide in ne vzide.

Samo v obzorju tvoje govorice.

(Da imaš kaj povedati.)

 

*

Il sole qui tramonta, quando là sorge.

Il sole là tramonta, quando qui sorge.

Se il sole qui e là tramonta,

quando là e qui sorge,

il sole non tramonta né sorge mai.

Solamente nell’orizzonte del tuo discorso.

(Perché tu abbia qualcosa da dire.)


*

Pravijo, da je ta reka lepša od druge,

čeprav sta enaki.

A vendar nista:

po strugi te reke teče zgodba,

po strugi druge reke teče reka.

 

In mi vidimo, kar slišimo.

 

*

Dicono che questo fiume sia più bello dell’altro,

sebbene siano uguali.

Però in effetti non lo sono:

nel letto di questo fiume scorre una storia,

nel letto dell’altro fiume scorre un fiume.

 

E noi vediamo quello che sentiamo.


Je rekla

Samo molčiš, je rekla.

Si bil tiho, ko je to rekla.

Nisi rekel ničesar, ko je to rekla.

Nisi imel kaj reči.

Nimaš kaj reči.

 

(Razen tega, česar ne rečeš.)

 

Ha detto

Non fai altro che tacere, (lei) ha detto.

Tacevi, quando l’ha detto.

Non hai detto niente, quando l’ha detto.

Non avevi niente da dire.

Non hai niente da dire.

 

(Tranne quello che non dici.)       


Dva

ko ji daje samega sebe

ko mu daje sámo sebe

ko sta dva eden v drugem

ko si je bližina blizu

ko čas gre iz časa v čas

ko si je bližina daleč

ko ji jemlje samega sebe

ko mu jemlje sámo sebe

ko sta dva eden brez drugega

   

Due

quando le dà sé stesso

quando gli dà sé stessa

quando sono due l’uno nell’altro

quando la vicinanza è vicina

quando il tempo va di tempo in tempo

quando la vicinanza è distante

quando le toglie sé stesso

quando gli toglie sé stessa

quando sono due l’uno senza l’altro


Dve morji

sta dve morji

je eno žensko drugo moško

je med njima kopna samota

le redko (ko se srečata na odprtem)

se moško morje zlije v ženskega

se žensko morje zlije v moškega

sta dve morji zliti

v eno morsko ljubezen

(sta dve morji morje)

 

Due mari

vi sono due mari

uno è femminile e l’altro maschile

tra loro c’è la solitudine della terra

solo di rado (quando si incontrano in mare aperto)

il mare maschile si versa nel femminile

il mare femminile si versa nel maschile

sono due mari che si versano

in un amore marino

(due mari sono un mare)


Ko je ona

Ko je ona zate tvoja.

Ko si ti zanjo njen.

Ko greš s prsti, ki mižijo,

čez njene.

Ko je tvoj svet na svetu

zaradi njenega sveta.

Ko je njen zaradi tvojega.

 

Quando lei

Quando lei è tua per te.

Quando tu sei suo per lei.

Quando con le dita socchiuse

sfiori le sue.

Quando il tuo mondo è al mondo

grazie al suo mondo.

Quando il suo è al mondo grazie al tuo.


*

Upočasnila sva čas.

Ga zaustavila.

Za trenutek.

Za dva.

Ne veva,

kako ne kdaj

ne zakaj

se ta čas konča.

 

*

Noi due abbiamo rallentato il tempo.

L’abbiamo fermato.

Per un attimo.

Per due.

Non sappiamo,

né come, né quando,

né perché

questo tempo finisce.


*

V to deželo sem prišel kot nekdo, ki odhaja.

Ki odhaja s tem, ko je prišel.

Ko je prišel in videl, kar ne bo več videl.

Ko je prišel in se dotaknil, česar se ne bo več dotaknil.

Iz te dežele sem odšel kot nekdo, ki ni nikoli prišel.

Ki ima od vsega, kar je videl in česar se je dotaknil,

na koncu samo še sebe. Samega.

 

*

Sono arrivato in questa terra come qualcuno,

che se ne sta partendo.

Che parte col suo arrivo.

Quando è arrivato ed ha visto, quel che non vedrà più.

Quando è arrivato ed ha toccato, quel che non toccherà più.

Da questa terra me ne sono partito come qualcuno,

che non è mai arrivato.

Che alla fine ha, tra tutto quello che ha visto e che ha toccato,

solamente se stesso. Da solo.


*

So kraji, ki si jih videl in jih nisi več.

Časi, ki si jih doživel in jih nisi več.

Samo v sebi jih še kdaj.

A so, na srečo so, če so v tebi,

ti kraji in časi včasih še bolj tvoji,

kot so bili ob svojem času.

 

*

Ci sono luoghi che hai visto e dopo mai piú.

Tempi che hai vissuto e dopo mai piú.

Solo in te, a volte, ancora.

Però ci sono, per fortuna, se sono in te,

questi luoghi e tempi a volte ancor più tuoi,

di quanto lo furono nel loro tempo.


Sam s sabo

Sam s sabo nisi sam.

Sam s sabo si s sabo.

Sam s sabo sta dva.

V vsakem sta dva,

da eden ni sam,

ko je sam s sabo.

Da ni sam s sabo.

 

Da solo con te stesso

Da solo con te stesso non sei solo.

Da solo con te stesso sei con te stesso.

Da solo con te stesso siete in due.

In ognuno ce ne sono due,

di modo che uno non è solo,

quando è solo con sé stesso.

Che non è solo con sé stesso.


Soba

če je soba v katero se vrneš ista

če so stene pobeljene z isto belino

če so na policah iste ne/prebrane knjige

in samo ti si od nekdanjega sebe drug

je istost nad tvojo drugostjo

nad tvojim časom

je istega prostora isti čas

 

Stanza

se la stanza a cui fai ritorno è la stessa

se le pareti sono imbiancate con lo stesso biancore

se sulle mensole ci sono gli stessi libri non/letti

e solo tu sei diverso da quello che eri

questa uguaglianza sta al di sopra della tua diversità

al di sopra del tuo tempo

è dello stesso spazio lo stesso tempo


Luč

Luč se prižge sama,

da zasveti tema.

Da ni teme ne svetlobe.

Ker svetloba v sobi ni svetloba.

Ampak svetla tema.

V rokah teme.

Ne v tvojih rokah.

 

La luce

La luce si accende da sola

per far brillare il buio.

Perché non ci sia né buio né luce.

Perché la luce nella stanza non è luce.

Ma buio luminoso.

Nelle mani del buio.

Non nelle tue mani.


*

si bil kdaj srečen

od žalosti

da ljubiš ta svet

ki te ne mara

da ljubiš svoj svet na tem svetu

svoj svet ki ni za ta svet

(ki ni na tem svetu)

 

od žalosti

si bil kdaj srečen?

 

*

sei mai stato felice

per la tristezza

di amare questo mondo

che non ti vuole

di amare il tuo mondo in questo mondo

il tuo mondo che non è per questo mondo

(che non è a questo mondo)

 

per la tristezza

sei mai stato felice?


 

Pod gladino

zakaj v meni iščeš sebe morje

kaj ne moreš biti tam kjer si

kako me celega potapljaš vame

(val za valom valovite pesmi)

te ne morem videti samó kot morje

ko te gledam pod gladino sebe

 

Sotto la superficie

perché in me stai cercando te, mare

perché non puoi stare lì dove sei

come mi anneghi totalmente in me

(onda dopo onda dalla canzone ondosa)

non posso vederti solo come mare

quando ti guardo sotto la mia stessa superficie


*

Hiše so zrasle in ti zakrile

pogled na morje.

A pomembnejše od tega, da vidiš morje,

je, da veš, da je tam.

Da ga vidiš tudi, če ga ne.

Kar vidiš, lahko vidiš samo enkrat, a za vedno.

(Če z zaprtimi očmi pogledaš vase.)

 

*

Le case sono cresciute e ti hanno coperto

la vista del mare.

Ma più importante del vedere il mare,

è, che tu sappia, che è là.

Che tu lo veda anche se non lo vedi.

Quel che vedi, puoi anche vederlo

una sola volta, ma per sempre.

(Se ad occhi chiusi guardi dentro te stesso.)


*

Na vsak prostor imaš spomine.

Spomine, ki se jih vedno ne spomniš.

Podkožne spomine na vtise,

ki so šli iz prostora vate.

Ki se ti odprejo, ko si v prostoru.

Da misliš, da prostor ve zate.

Da ne veš, da ne ve.

 

*

Di ogni luogo conservi dei ricordi.

Ricordi che non sempre ricordi.

Ricordi sottopelle di impressioni,

che da quel luogo sono entrati in te.

Che si aprono a te, quando sei nel luogo.

Perché tu possa pensare che il luogo sá di te.

Perché tu non sappia che non lo sá.


*

V drugem jeziku govoriš

svoje lastne besede.

Ne kot bi tujec govoril v tebi.

V drugem jeziku je slišati tvoj glas.

Tvoj jezik.

Da nisi nikjer pod milim nebom

tuj samemu sebi.

 

*

Parli in un’altra lingua

le tue proprie parole.

Non come uno straniero parlerebbe in te.

In un’altra lingua si sente la tua voce.

La tua lingua.

Perché tu non sia da nessuna parte sotto il cielo

estraneo a te stesso.


*

V kamnu je okamnela preteklost.

V rokah jo držiš.

V živem stiku z njo.

Kamen ugaslih zvezd, ki sijejo v njem.

Kamen rok, ki so ga držale.

Kamen mesa in krvi.

Kot jaz in ti.

 

*

Nella pietra si è pietrificato il passato.

Nelle mani lo tieni.

In un vivido contatto con esso.

Pietra delle stelle spente che in essa brillano.

Pietra delle mani cha l’hanno tenuta.

Pietra della carne e del sangue.

Come me e te.

                                             

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...