Home

S slovensko premiero Olmijevega filma Torneranno i prati se je na Italijanskem inštitutu za kulturo v Ljubljani pravkar končal dobro obiskani 14. Teden italijanskega jezika v svetu, ki se je začel s srečanjem na temo Pomen večjezičnosti v Evropi.

Con la prima del film Torneranno i prati di Olmi si è appena chiusa presso Istituto Italiano di Cultura di Lubiana la XIV edizione della Settimana della Lingua italiana nel Mondo che ha visto in apertura l’incontro sul «Valore del multilinguismo in Europa».

Teden je vrhunec dosegel s predstavitvijo antologije Nuovi poeti italiani 6, ki je pred dvema letoma izšla pri založbi Einaudi. Posebnost tokratne skupinske pesniške zbirke je, da so v njej predstavljene samo pesnice, in sicer: Alida Airaghi, Daniela Attanasio, Antonella Bukovaz, Maria Grazia Calandrone, Chandra Livia Candiani, Gabriela Fantato, Giovanna Frene, Isabella Leardini, Laura Liberale, Franca Mancinelli, Laura Pugno in Rosella Tempesta. Urednica Giovanna Rosandini je na predstavitvi pojasnila, da je bil njen kriterij »manj pesnic z več pesmimi«. Po mojem mnenju po kvaliteti izstopajo predvsem dvojezična Antonella Bukovaz, Franca Mancinelli (njene pesmi lahko beremo tudi v slovenskem prevodu Nadje Dobnik na http://www.ludliteratura.si/branje/franca-mancinelli-50632/) in Laura Liberale.

Vsekakor je ta Einaudijeva antologija dobrodošla ženska osvežitev v pretežno moškem literarnem svetu, zato jim posvečamo prvi vstop v Papirnato hišo, in sicer skupaj z Wirginio Woolf v želji, da bi – kjerkoli so že – še naprej in zmeraj imele »a room of one’s own«, svojo sobo.


Ženske pisave

Una stanza per le poetesse italiane

Con la prima del film Torneranno i prati di Olmi si è appena chiusa presso Istituto Italiano di Cultura di Lubiana la XIV edizione della Settimana della Lingua italiana nel Mondo che ha visto in apertura l’incontro sul «Valore del multilinguismo in Europa».

L’apice della Settimana è stata senz’altro la presentazione dell’antologia Nuovi poeti italiani 6, pubblicata due anni fa dalla Einaudi. La raccolta collettiva è particolare per il fatto che vi sono rappresentate solo poetesse, e cioè: Alida Airaghi, Daniela Attanasio, Antonella Bukovaz, Maria Grazia Calandrone, Chandra Livia Candiani, Gabriela Fantato, Giovanna Frene, Isabella Leardini, Laura Liberale, Franca Mancinelli, Laura Pugno e Rosella Tempesta. La curatrice Giovanna Rosandini ha chiarito che aveva seguito il criterio «meno poetesse, più poesie». Secondo me, spiccano per qualità soprattutto la bilingue Antonella Bukovaz, Franca Mancinelli (le cui poesie si possono leggere in traduzione di Nadja Dobnik: http://www.ludliteratura.si/branje/franca-mancinelli-50632/) e Laura Liberale.

Salutiamo questa edizione dell’Antologia Einaudi che porta una fresca ventata femminile nel mondo letterario prevalentemente maschile. E perciò le dedichiamo questa prima entrata nella Casa di carta, augurando alle poetesse – insieme a Virginia Woolf – di avere sempre e ovunque loro siano «a room of one’s own», una stanza tutta per sè.

Annunci

One thought on “Soba za italijanske pesnice / Una stanza per le poetesse italiane

  1. Pingback: Soba za italijanske pesnice / Una stanza per le poetesse italiane | La casa di carta – Papirnata hiša

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...